Rinascimento . .


Dopo anni ed anni di buio, sembra essere vicino alla soluzione la intricata vicenda della ex locanda San Pietro di Portovenere

Vissuta come albergo sino a venti anni fa circa, questa struttura situata in una posizione straordinaria quasi sulla punta del promontorio, ha vissuto un declino inarrestabile diventando la vergogna del posto, manifesto visibile a tutti di incuria, abbandono e scarsa sensibilità turistica.

Ormai erano poche le speranze di eliminare dalla vista ruggine e calcinacci, quando ecco la speranza di una ristrutturazione come albergo ad opera di una nuova proprietà . . . Speriamo bene !



Giro d'Italia e asfalto !

giro d'Italia,ciclismo,corridori,bicicletta,tappa,Domenica è partito l'ennesimo Giro d'Italia di ciclismo che promette, come al solito, di percorrere la penisola in lungo e in largo toccando città conosciute così come paesi e paesini che salutano il passaggio (o ancora meglio l'arrivo di tappa) del Giro come un vero evento, tale la portata della manifestazione e l'inevitabile pubblicità e visibilità alle località attraversate che ne consegue.

Esiste una costante che accomuna tutta Italia e che segnala inequivocabilmente l'approssimarsi del passaggio del giro d'Italia : la sistemazione e l'asfaltatura delle strade cittadine, comunali e provinciali !
Quando percorri tutti i giorni le strade della tua città o del tuo paese con l'attenzione necessaria ad evitare le voragini o i dissesti che si formano dopo mesi di incuria e scarsa manutenzione, noti immediatamente un'inversione di tendenza : accade quando cominci a fermarti a semafori provvisori e transiti poi su carreggiate scarificate e puoi affermare con sicurezza dentro di te "passerà il Giro d'Italia !".

Quello che non è dato sapere a noi comuni mortali è come mai amministrazioni comunali che piangono da sempre miseria (soprattutto in questi tempi di crisi), allargando le braccia e denunciando impotenza anche quando le condizioni stradali procurano incidenti gravi, (oppure tamponando demagogicamente il problema con le famigerate "pezze" di asfalto), improvvisamente trovino fondi e risorse per asfaltare con cura anche strade periferiche e poco frequentate (purchè interessate dai corridori !), trovando consenso unanime di tutta l'amministrazione e la solita omertà della cittadinanza che, evidentemente, crede al miracolo di risorse finanziarie nate dal nulla e solo in occasione del Giro !

Stando così le cose, e volendo preservare i nostri ammortizzatori e i nostri pneumatici, (quando a rischiare non sono le nostre stesse vite soprattutto di motociclisti !), una proposta si impone : organizziamo ogni anno almeno 5 Giri d'Italia e facciamo in modo di toccare tutte le località della nostra bella penisola . . . e già che ci siamo facciamogli percorrere anche le autostrade con una bella tappona a cronometro Salerno - Reggio Calabria . . . voilà : problema strade risolto per sempre !